Trecchina

Hotel – Agriturismi – Bed and Breakfast – Residence – Casa vacanze – Ostelli – Shopping – Ristoranti – Pub – Vendita  Appartamenti

Etimo

Dal latino trichinus, luogo ricco di siepi ed arbusti; I Romani danno al luogo l’appellativo Terenziana, da cui, per corruzione les sicale, si ottiene Trecchina.

Leggende di fondazione

Secondo la tradizione, il paese nasce come accampamento romano nel 437 a.C.; Un’altra leggenda attribuisce la fondazione di Trecchina ad una colonia greca (500 d.C.). Questa, in fuga dalla distrutta Anglona, trova rifugio sul promontorio det to Trecchinella.

Origine attestata

Trecchina è menzionata per la prima volta in un documento del 1079, col quale Alfano, arcivescovo di Salerno, nomina l’abate Pietro vescovo della diocesi di Buxento, sotto la cui giurisdizione cade Trecchina.

Storia

“Nei clivi paterni/ del bel monte sull’alto ciglione, dove tiene sua magione/ la gran Madre del nostro Fattor,/ si festeggia, si brilla, si esulta/ fra sacri inni, fra dolci concenti;/ sembran oggi quelli colli ridenti/ il soggiorno del nume sovran” (Schettini 1947, 29). Questi versi, tratti dalla poesia del sacerdote trecchinese Raffaele Schettini, si riferisconoal pellegrinaggio al santuario della Vergine del Soccorso, sul monte S. Maria (1089 m).

La Madonna è scelta come protettrice di Trecchina a seguito di un miracolo avvenuto nel 1731: una frana, dopo aver seppellito quasi integralmente il paese, si ar resta improvvisamente ed inspiegabilmente in prossimità della piazza. I trecchinesi si convincono di essere stati miracolati dalla Vergine. Da allora ogni anno, in occasione della processione (21 novembre) per la festa della presen tazione di Maria al Tempio essi, attraverso il sindaco, donano un cero votivo alla Madre di Dio in segno di gratitudine.

Ma la devozione alla Madonna è comunque più antica. Viene introdotta dai monaci italo-greci nel IX secolo, i quali costruiscono l’eremo di S. Costantino.