Missanello

Hotel – Agriturismi – Bed and Breakfast – Residence – Casa vacanze – Ostelli – Shopping – Ristoranti – Pub – Vendita  Appartamenti

Altitudine 604 m.
Abitanti 690
Distanza dal Capoluogo 90 km.

II nome deriva dal latino mesneolum o mesnillum, piccola tenuta con un’u nica casa o mansione.

Leggenda di fondazione

II primo nucleo di Maissanello viene distrutto dall’esercito romano già vincitore di Annibale (280-272 a.C.). I superstiti si trasferiscono nella contrada S. Elia Campofuoti. Qui risiedono sino al medioevo, epoca in cui fanno ritorno al sito ori ginario dando origine a Missanello attuale.

Origine attestata

Al tempo di Adelchi di Benevento (871), tra i molti monasteri fondati dai monaci di rito bizantino, è citato un monastero di S. Elia presente in località Missanello. Nella bolla di Godano (1060), arcivescovo di Acerenza, Missanello è annove rato tra i dodici monasteri lucani di pertinenza del vescovo di Incarico.

Storia

“Crux Ista Fieri Fecit Dns Rogerius De Missallo A. D. MCCCCXXIII” (Ruggero di M. ha dedicato questa croce, anno del Signore 1423). Questa iscrizione la tina compare ai piedi della croce argentea di Missanello, cimelio d’arte medievale e simbolo di devozione religiosa. L’opera, di origine calabrese ma d’influenza abruzzese, porta delle incisioni su entrambi i lati. Sul dritto, alla scena della Crocifissione segue un’iconografia singolare: un guerriero dal volto emaciato e altero con le mani giunte in atto di supplica.

È l’immagine dello stesso Ruggero di M. Sul rovescio, Cristo, benedicente in trono, sembra leggere con amo re la dedicazione dal Suo devoto. Il conte, forse presagendo la fine del suo casato, invoca protezione. Un’ingiusta maledizione segna infatti il destino dei suoi figli maschi che, l’uno dopo l’altro, lentamente si spengono. Con loro muore anche la stirpe dei Missanello il cui nome, tuttavia, resta inciso ai piedi di una croce. La croce processionale di Ruggero è custodita nella Chiesa Madre di S. Nicola Magno assieme alla statua di S. Nicola (XV-XVI secolo).