Pignola – Marsicovetere

Pochi chilometri a sud di Potenza, è l’Oasi WWF del Lago di Pantano di Pignola, un piccolo bacino lacustre di grande interesse naturalistico, ricco di quasi 200 specie avifaunistiche, sia stanziali che di passo, e dotato di percorsi guidati e capanni attrezzati per il bird-watching.

L’abitato di Pignola è poco oltre, arroccato in cima a un monte, in un anfiteatro collinare naturale, e dominato dalle maestose linee architettoniche della chiesa di Santa Maria Maggiore.

Superato il passo della Sellata, che si trova a 1255 metri di quota, tra meravigliose faggete, si raggiunge Abriola, patria dei pittori Giovanni e Girolamo Todisco, che operarono tra il XVI e il XVII secolo: è un paese di impronta inconfondibilmente araba, come araba fu la sua antica roccaforte, di cui resta parte diuna possente torre quadrata.

Quindi è la volta di Calvello, con il bel convento di Santa Maria del Piano e gli affascinanti resti di un castello longobardo. Da Calvello si possono raggiungere gli impianti sciistici del monte Volturino, imponente massiccio ammantato di faggete e querceti, e il celebre santuario del Sacro Monte di Viggiano.

Una lunga discesa, ampiamente panoramica sulla valle dell’Agri, consente di raggiungere Marsicovetere, con le sue belle antiche case di pietra. Lasciandosi alle spalle l’abitato di Grumento, si raggiunge, ai margini del lago di Pietra del Pertusillo, l’importante sito archeologico della romana Grumentum, con l’annesso Museo Nazionale dell’Alta Val d’Agri.