Vini

Tra i migliori vini d’Italia sono i vini della regione vulturina (Maschito, Forenza, Genzano, Rionero, Barile, Ripacandida, Rapolla, Melfi, Ginestra), ed hanno tra i 12° ed il 15° di alcool; rari sono i vini con 9°.

Il luogo della vite, è il Melfese, e, in particolare, la regione del Vulture; i colli intorno a Rionero appaiono forati da cantine scavate nella roccia lungo la costa montuosa, e sembrano, da lontano, fantastiche abitazioni trogloditiche. Questo scriveva Gina Algranati diverso tempo addietro. Oggi, oltre l’Aglianico del Vulture, che ha ottenuto la Denominazione di Origine Controllata,

Ricordiamo altri vini:

Barigliott Rosso; Brigantino Rosso; Canneto Rosso; Cilvus Bianco dolce; Piano Bianco di Corte; Greco “I Portali” Bianco; Malvasia lucana dolce; Moscato lucano dolce; San Biagio Rosso; Serra delle Querce Rosso; Topazio Bianco; Vigna dei Pini Bianco; Ellenico Spumante abboccato; L’Antico Spumante dolce.

Guida ai migliori vini Presenti in Basilicata

Aglianico

È uno dei vini più noti del Meridione e si produce con uve del tipo omonimo, prevalentemente nelle zone fra Matera (Aglianico dei colli lucani) e Potenza (Aglianico del Vulture). Conosciuto nell’antichità con il no me di Ellenico, ha rallegrato la mensa di dignitari e regnanti: lo ricorda il Consorzio Viticoltori del Vulture. Ha colore rosso granato tendente al rubino; sapore nei primi anni leggermente tannico, successivamente austero; profumo caratteristico con sentori di fragola e viola; gradazione alcolica attorno ai 12-13°.

L’invecchiamento è di 1-2 anni; la conservazione oscilla tra i 7-9 anni. Ha ottenuto le denominazione di origine controllata con DPR 18-2-71. L’accoppiamento gastronomico ideale è con minestre asciutte, stufati, arrosti, formaggi stagionati, e così via.

È un vino che con l’invecchiamento acquista pregi e finezze tali che gli permettono di gareggiare con i più grandi vini d’arrosto e selvaggina, essendo fra l’altro privo di “marca meridionale”, ossia di quel particolare profumo e sapore peculiare dei vini rossi del Sud.

L’elegante stoffa, la struttura organolettica, il bel colore permettono la preparazione di un simpatico e amabile spumante rosso dalla spuma sottilissima, fresco, finemente aromatico, armonico: l’Aglianico spumante. È commercializzato da diverse cantine.

Asprinio o Asprino

È prodotto con uve del tipo omonimo, prevalentemente nel comune di Ruoti. Ha colore bianco con riflessi verdognoli; sapore fresco, sottile, piacevole; profumo delicato, elegantemente aggressivo; gradazio ne alcolica 10,5-11°. Convenientemente freddo è vino da pesce e l’ac coppiamento gastronomico ideale è con i frutti di mare.

Malvasia

È prodotto con uve del tipo omonimo prevalentemente nel comune di Rapolla. Ha colore bianco paglierino; sapore amabile; profumo delicato che ricorda quello del mandorlo in fiore; gradazione alcolica tra i 10-12°. Ne esistono due tipi: il primo, asciutto, è indicato con il pesce; il se condo, amabile, è vino da dessert.

Moscato

È prodotto con uve del tipo Moscato bianco, prevalentemente nei comuni di Metti, Barile, Rapolla, Maschito. Ha colore giallo ambrato; aroma de licato e intenso; sapore dolce e vellutato; gradazione alcolica fra 12-15°. È  vino da fuori tavola e dessert; ma ne esiste anche un tipo spumante molto gradevole.