Cersosimo

Hotel – Agriturismi – Bed and Breakfast – Residence – Casa vacanze – Ostelli – Shopping – Ristoranti – Pub – Vendita  Appartamenti

Altitudine 548 m.
Abitanti 920
Distanza dal Capoluogo 171 km.

Cersosimo ha un’etimologia patronimica. Deriva infatti da Gir (abate) Zosimo, nome dell’abate fondatore del monastero attorno al quale sorge inizialmente il casale, premessa del paese.

Origine attestata

L’attuale abitato è il punto di arrivo del susseguirsi di vari siti precedenti:  il primo nucleo, poco distante dal paese odierno, in località monte Castello, si sviluppa nel IV secolo a.C. È formato da popolazione lucana, che vi co struisce un’acropoli e una cinta muraria. Nel medioevo l’abate Zosimo fonda il monastero del quale si ha notizia nel documento dell’871. In esso è detto che l’egumeno di Cersosimo, pur non essendo ar chimandrita, ha una posizione eminente fra le comunità greche della costa ionica.

Dalla conformazione dei ruderi della cinta, nascosti tra siepi e rovi di monte Castello, si desume che il paese, appartenente al IV secolo a.C., ha forma tra pezoidale, con al centro l’acropoli. Il suolo, oggi adibito prevalentemente a vi gneto, è ricco di reperti archeologici di vario genere: monete romane, una testa votiva di piombo, alcuni vasi, dei pesi a forma di piramide in terracotta e la cuspide di una lancia di ferro.

Gli scavi portano alla luce le fondamenta di due diverse città: una prima, dal la costruzione regolare, risale all’epoca lucana, e una seconda, dagli edifìci mal fatti, risale ad un’epoca barbara.
I resti delle due città, sebbene molto diversi tra loro, testimoniano il medesimo destino di distruzione: le murature bruciate indicano che entrambi i siti, pur se in epoca differente, sono stati cancellati da incendi.

Si può ipotizzare che la prima distruzione sia avvenuta in epoca romana, la seconda durante le guerre barbariche del primo medioevo. Sin dall’inizio la storia di C. è, dunque, una storia di distruzione e povertà.